Archivi tag: M

MITO del TORO

 

  Il Labirinto di Cnosso

Dai miti greci possiamo simbolicamente legare per analogia la storia del famoso LABIRINTO di CNOSSO il quale fu fatto costruire dal Re Minosse sull’isola di Creta per rinchiudervi il mostruoso Minotauro.

 Nel mito incontriamo Dedalo il grande artista, il creatore del labirinto, dove era tenuto nascosto Minotauro, essere per metà uomo e metà toro. C’era solo un eroe capace di liberare gli Ateniesi dal tributo, dei famosi sette fanciulli e fanciulle, ogni sette anni a Creta, per servire il pasto a quel mostro, ed era Teseo.

Il legame simbolico che unisce questa storia al segno del Toro è questo “labirinto” cioè la parola significa “confusione” o “disorientamento” poiché in questo segno si ha la tendenza a conseguire mete solo sul piano materiale, vivendo in continuazione desideri istintivi, girandosi intorno e perdendosi appunto nel labirinto della mente.

Fin quando l’essere umano non imparerà a dirigere la parte istintiva non troverà la sua soluzione, rimarrà vittima delle forze metaboliche, e la vita perderà di significato. Il protagonista Minotauro invece rappresenta le forze istintive che sono lasciate libere di manifestarsi senza limiti, senza una guida del pensiero cosciente e consapevole, dove tutto è espresso in modo primitivo.

L’altro protagonista della storia è Arianna figlia di Minosse il Re ed è la è rappresentato da una figura femminile dolce e soprattutto collaborativo assicurando all’eroe Teseo il suo affetto sincero rischiando la vita per la salvezza di entrambi in questa impresa impossibile.

Tornando alla storia Teseo incontra il Re Minosse e si offre di affrontare la prova e nel frattempo si innamora di Arianna che lo ricambia. Insieme i due innamorati affrontano la prova fiduciosi di riuscire nell’intento poiché Arianna possiede la capacità di guidarlo dentro al labirinto col famoso “filo d’Arianna”.

Ella rappresenta l’anima superiore che guiderà Teseo nel labirinto cioè il mondo delle passioni e delle brame, dove poi ucciderà il Minotauro.

La prova del mito è simbolicamente legata al nostro Ego Ignorante il quale è attaccato alle “forze possesso” e fin quando non saranno “governate” dall’Io cosciente, l’essere umano sarà sempre posseduto da ciò che possiede.

In questo segno abbiamo la nostalgia dell’anima che attraversando il buio delle passioni si risveglia dall’oscurità del “sentire spirituale”. Teseo ed Arianna, attraverso la potenza dell’amore (Venere), uniscono le forze maschili e femminili, e operano congiuntamente ed in accordo, riuscendo ad integrare armoniosamente le diversità, mentre nel segno precedente, l’Ariete, operano in conflitto tra loro.

 GOD BLESS YOU – CHE DIO VI BENEDICA